Piano Strutturale Comunale (P.S.C.)

Descrizione

Si riporta l'articolo 28 della Legge Regionale 24 marzo 2000 n° 20 e successive modificazioni: " ... "


Articolo 28 - Piano Strutturale Comunale (PSC)

  1. Il Piano Strutturale Comunale (PSC) è lo strumento di pianificazione urbanistica generale che deve essere predisposto dal Comune, con riguardo a tutto il proprio territorio, per delineare le scelte strategiche di assetto e sviluppo e per tutelare l'integrità fisica ed ambientale e l'identità culturale dello stesso. Il PSC non attribuisce in nessun caso potestà edificatoria alle aree né conferisce alle stesse una potenzialità edificatoria subordinata all'approvazione del POC ed ha efficacia conformativa del diritto di proprietà limitatamente all'apposizione dei vincoli e condizioni non aventi natura espropriativa, di cui all'articolo 6, commi 1 e 2.
  2. Il Piano Strutturale Comunale in particolare:
    a) valuta la consistenza, la localizzazione e la vulnerabilità delle risorse naturali ed antropiche presenti nel territorio e ne indica le soglie di criticità;
    b) definisce, nell'osservanza del principio generale di cui all'articolo 2, comma 2, lettera f), quali fabbisogni insediativi potranno essere soddisfatti dal POC attraverso la sostituzione dei tessuti insediativi esistenti, ovvero attraverso la loro riorganizzazione, addensamento o riqualificazione, e quali fabbisogni richiedono il consumo di nuovo territorio, non sussistendo alternative insediative nell'ambito del territorio già urbanizzato, nel rispetto dei limiti stabiliti dal PTCP ai sensi dell'articolo 26, comma 2, lettera e);
    c) fissa i limiti e le condizioni di sostenibilità degli interventi e delle trasformazioni pianificabili;
    d) individua le infrastrutture e le attrezzature di maggiore rilevanza, per dimensione e funzione, e definisce i criteri di massima per la loro localizzazione;
    e) classifica il territorio comunale in urbanizzato, urbanizzabile e rurale;
    f) individua gli ambiti del territorio comunale secondo quanto disposto dall'Allegato, stabilendone gli obiettivi sociali, funzionali, ambientali e morfologici e i relativi requisiti prestazionali.
  3.  Le indicazioni del PSC relative: alla puntuale localizzazione delle nuove previsioni insediative, agli indici di edificabilità, alle modalità di intervento, agli usi e ai parametri urbanistici ed edilizi, costituiscono riferimenti di massima circa l'assetto insediativo e infrastrutturale del territorio comunale, la cui puntuale definizione e specificazione è operata dal piano operativo comunale, senza che ciò comporti modificazione del PSC. La disposizione del presente comma prevale sulle previsioni dei PSC vigenti.
    " ... "

____________________________________________

Il presente Piano Strutturale Copmunale (PSC) è stato redatto sulla base dell'art. 28 della L.R. n° 20/2000 nella stesura vigente prima dell'approvazione delle modifiche allo stesso introdotte con la L.R. n° 6/2009

 


 

Nella presente pagina vengono resi disponibili parte degli elaborati costituenti del PSC così come allegati alla delibera di Consiglio Comunale n° 34 del 23/04/07 di approvazione del PSC e predisposti in formato digitale. Comunque nel predisporre i files si e cercato di utilizzare un formato fra quelli di uso più comune e di rendere gli elaborati il più possibile leggeri che di conseguenza perdono qualità rispetto agli originali. Pertanto per ottenere stralci o tavole intere ufficiali, è necessario richiederle presso l'Ufficio di Piano e solo in formato cartaceo.

 

Il PSC è in vigore dal 23/05/2007, data di pubblicazione sul B.U.R. n° 63 del 23/05/2007.

  • NORME DI ATTUAZIONE; E' un elaborato in formato testuale contenente le Norme Tecniche di attuazione del PSC Sono contenute in un unico elaborato NormeTecTesto_approvazione.pdf 
  • TAVOLA N. 1 del PSC Tutele geologiche e idrogeologiche e aree di rispetto delle infrastrutture ed attrezzature: Contiene l'individuazione delle condizioni di vulnerabilità e dei vincoli derivanti dalla pianificazione sovraordinata in materia di assetto geologico e idrogeologico; contiene inoltre i vincoli e le distanze di rispetto da osservare in relazione alla presenza di infrastrutture; La tavola è suddivisa in 2 fogli in scala 1: 5.000 - Tavola 1.1 TAVOLA 1-1.pdf - Tavola 1.2 TAVOLA 1-2.pdf 
  • TAVOLA n. 2 del PSC Tutele dell'ambiente, del paesaggio e dei beni storico-culturali: Contiene i diversi vincoli derivanti da norme di legge o piani sovraordinati, o individuati dal PSC in applicazione di direttive di piani sovraordinati: aree soggette a vincoli dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, edifici e nuclei storici, viabilità storica, aree soggette a vincolo ai sensi del D.Lgs. 42/2004, ecc.. Rappresenta quindi, insieme alla Tav. n. 1, il quadro delle condizioni e dei limiti entro cui la pianificazione comunale può agire; La tavola è suddivisa in 2 fogli in scala 1: 5.000 - Tavola 2.1 TAVOLA 2-1.pdf - Tavola 2.2 TAVOLA 2-2.pdf
    TAVOLA n. 3 del PSC Ambiti territoriali e indicazioni progettuali, un foglio in scala 1:10.000; Contiene la parte progettuale del PSC, ossia la suddivisione del territorio in ambiti a cui corrispondono differenti politiche e forme di intervento, nonché l'indicazione delle principali azioni progettuali riguardanti il sistema ambientale, il sistema della mobilità, il sistema insediativo; La tavola è un unico foglio in scala 1: 10.000 - Tavola 3 TAVOLA 3.pdf 
    RELAZIONE DI VALSAT Contiene gli elementi per le valutazioni di sostenibilità ambientale e territoriale delle previsioni del Piano e le indicazioni per i monitoraggio degli effetti dell'attuazione. E' contenuta in un unico elaborato VALSAT_approvazione.pdf

Documentazione

 
 

A chi rivolgersi

 
martedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00
giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00
 

Normativa


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: