Cambio indirizzo all'interno del Comune

 

Descrizione

La richiesta può essere avanzata da persone già residenti nel Comune che si siano trasferite ad altro indirizzo.
Ogni cittadino maggiorenne può presentare la dichiarazione di cambio di residenza per sé, per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela e per le altre persone che costituiscono la famiglia anagrafica.
In caso di convivenza (convento, convitto, caserma) la dichiarazione può essere presentata esclusivamente dal capo-convivenza (responsabile che dirige la convivenza).
L'interessato deve presentare la dichiarazione di cambio di indirizzo anche all'Ufficio Tributi ai fini dell'applicazione della tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

 

A chi rivolgersi

 
dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:30
giovedì dalle ore 8:30 alle ore 17:00
sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00 per rilascio Carte di Identità Elettroniche (previo appuntamento) e certificazioni anagrafiche.
 
 

Documentazione da presentare

Per tutte le persone che variano la residenza all'interno del comune:
· Patente di guida
· Libretto di circolazione dei veicoli intestati (auto, moto, n. Targa ciclomotori)


 

Costi e validità

Nessun costo.

 

Tempi di evasione

Il cambio di indirizzo decorre dalla presentazione della dichiarazione.

 

Normativa

- Legge n. 1228 del 24.12.1954;
- artt. 6 e 13 D.P.R. n. 223 del 30.05.1989;
- Circolare MIACEL n. 11/95;
- D.P.R. n. 610/1996;
- Circolare MIACEL n. 1/97.

 

 Modulistica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: