Estate 2020 Al via la campagna Sotto il sole di Riccione

 

Riccione, 14 May 2020

 
Banner - Sotto il sole di Riccione
 
 
Luca Sarti, l'assessore Stefano Caldari, Simone Bruscia
Luca Sarti, l'assessore Stefano Caldari, Simone Bruscia

Riccione ha attraversato questo tempo sospeso e annuncia il suo ritorno alla vita attiva con una originale campagna di comunicazione per l’estate 2020. La città volge lo sguardo al mondo nuovo sapendo che è il momento di osare, senza eccedere; di dialogare, senza urlare; di sperimentare, con responsabilità. La presentazione dell’immagine coordinata dell’estate coincide con uno dei momenti più attesi dai riccionesi: la riapertura delle spiagge. Con i piedi sulla sabbia riprendiamo quella che lo scrittore velabondo Fabio Fiori definisce la nostra “quotidiana intimità con il mare”: guardando l’Adriatico negli occhi, oggi, è davvero possibile immaginare il futuro.

Sotto il sole di Riccione. Questo è il claim del progetto pensato per comunicare l’atteso risveglio della città. Dalla seconda metà di maggio il sole di Riccione illuminerà la via Emilia, da Rimini a Piacenza, grazie a una massiccia campagna di affissioni che abbraccerà le principali città dell’Emilia-Romagna; l’immagine coordinata verrà pubblicata sui maggiori quotidiani nazionali a diffusione regionale.

Stampato sui manifesti e diffuso sui canali online, il claim guiderà il racconto di Riccione nell’arco dei prossimi mesi e sarà accompagnato da una grafica realizzata dallo Studio Luca Sarti. Nata da una riflessione raffinata sul tempo che stiamo vivendo, pieno di incognite e di necessità di ripensamento, l’immagine di Luca Sarti non si limita a raffigurare un sole ma è, nella sua abbagliante compostezza, un elogio al sole. La stella madre vive di luce propria. È allo stesso tempo minimale, niente decori, astro incandescente.

“Quello disegnato per Riccione” dichiara Luca Sarti “è un sole essenziale: un manifesto a tinte piatte, senza enfasi, caratterizzato da un uso del colore quasi materico. L’alternarsi del giallo e del nero scandisce il ritmo della visione, che diventa l’architettura semantica del messaggio stesso: prima il sole, poi Riccione, infine il claim. Anche i caratteri scelti sono volutamente essenziali. L’inclinazione e il posizionamento asimmetrico del testo creano un taglio orizzontale, citando Un raggio di sole, celebre opera di AG Fronzoni esposta al MoMA di New York, e conferiscono dinamismo e vitalità alla composizione: un taglio di luce che invita l’occhio al movimento. AG Fronzoni non è però l’unica fonte di ispirazione. Quello del sole è un archetipo universale, un tema più volte interpretato nella comunicazione visiva,
in loghi, libri e poster: il simbolo optical di Otl Aicher per le Olimpiadi del 1972, il volume di Bruno Munari Disegnare il sole, le grafiche colte e raffinatissime di maestri come Bob Noorda e Henryk Tomaszewski, la comunicazione popolare balneare.”

Nelle sue applicazioni la comunicazione grafica si arricchirà di messaggi testuali e di immagini provenienti dagli archivi storici. Riccione vive con lungimiranza il presente eriparte dai gesti semplici, dai valori che l’hanno resa celebre come l’ospitalità, l’accoglienza, l’empatia e l’umanità; per questo, il sole è manifesto di città e comunità. Siamo sotto il nostro sole, attivi, uniti, fiduciosi più che mai, consapevoli di ciò che è stato e pronti ad affrontare ciò che sarà.

Riccione propone un progetto ambizioso, invita a uno sguardo coraggioso, foriero di un immaginario che ora può essere ripensato e ridisegnato dall’ingegno e dalla creatività di chi Riccione la vive anche solo per un giorno, ma la ama per tutta la vita. Il sole fa luce sul racconto del nostro territorio, scandisce la narrazione di una comunità che si è sempre rimboccata le maniche e che con orgoglio sta riprendendo in mano il futuro.

Riccione guarda la linea che separa il mare dal cielo e non ammira il sole. È il sole.

•••

“Il sole e il mare sono il nostro petrolio. Sono il combustibile che manda avanti la nostra comunità, che garantisce la qualità della vita dei nostri cittadini, che infonde certezza nel domani ai nostri imprenditori”. Lo ha dichiarato il sindaco di Riccione, Renata Tosi,
a proposito del varo della campagna di comunicazione che, proprio come il sole, “irradierà” l’immagine di Riccione nell’estate 2020. “A differenza del petrolio, però, sole e mare sono ecologici e sono fonte di energia inesauribile. Siamo convinti che se ci concentriamo su ciò che è la nostra forza, la nostra idea di comunità, su come sappiamo lavorare, ascoltando le istanze che arrivano dal mondo imprenditoriale, anche quest’estate saremo vincenti. Un ringraziamento particolare al settore Turismo Sport Cultura Eventi e all’assessore Stefano Caldari, al coordinatore Simone Bruscia e all’autore del progetto Luca Sarti, che ha saputo cogliere il giusto spirito della nostra immagine”.

“La semplicità è una cosa complessa. Sembra una contraddizione in termini, ma invece rende bene la nostra scelta - ha aggiunto Stefano Caldari, assessore Turismo Sport Cultura Eventi -. Un’immagine che indichi stile, raffinatezza, ma allo stesso tempo calore. Noi siamo la città del calore umano, delle atmosfere calde, dell’estate che brilla e del sole che non tramonta mai. Abbiamo pensato e condiviso con le categorie economiche, tutte, le nostre idee per il lancio di questa nuova immagine di Riccione, che unisce la ripresa della tradizione con la moderna, oserei dire con un senso che accarezza una certa arte post- moderna, dove la tradizione viene rielaborata e integrata con l’avanguardia. Oltre la tendenza del momento. Riccione è di tradizione mare e sole, spiaggia e movida, ma è anche per tradizione ‘avanguardia’ e sperimentazione. Ecco allora che la semplicità del tratto diventa un’immagine complessa, quella appunto che veicoleremo per l’estate 2020”.

 

Studio Luca Sarti

Luca Sarti è il grafico e art designer cesenate che cura l’immagine della città di Riccioneper l’estate 2020. Il nuovo progetto di narrazione  visiva nasce dalle fortunate esperienze riccionesi di Sarti, già attivo con il Riccione TTV Festival (2018) e con la stagione teatrale dello Spazio Tondelli (2019/20). Del TTV Sarti ha curato la veste grafica collaborando direttamente con Mara Cerri, illustratrice e artista visiva protagonista di mostre e pubblicazioni in Italia e all’estero. Per la stagione teatrale dello Spazio Tondelli ha invece proposto un originale omaggio al film di Michelangelo Antonioni L’eclisse, declinandone il tema in chiave grafica.
Nato nel 1983, dopo una laurea in scienze della comunicazione all’Università di Urbino, Sarti si è specializzato in grafica dei sistemi presso l’ISIA di Urbino. Nel 2017 ha fondato Studio Luca Sarti, che si occupa di comunicazione visiva per aziende e istituzioni pubbliche. Collabora assiduamente anche con il collettivo Senape, team che unisce fotografi, videomaker e creativi, realizzando immagini coordinate e progetti di comunicazione integrata per brand di ogni settore. Ha all’attivo collaborazioni con aziende leader a livello nazionale (tra le altre Orogel, Cmc Ravenna, Alma Petroli, Giuseppe Zanotti) e istituzioni pubbliche e culturali. Costantemente impegnato come designer e art director per realtà culturali legate al mondo musicale, ha progettato identità, campagne di comunicazione e codiretto videoclip per realtà nazionali e internazionali come Hunter/Game, Landlord, Selekta.fm, DeckLab, Vento Records.
Da sempre intreccia il lavoro di designer all’attività di ricerca artistica, in particolare nei campi della musica e della fotografia. Come musicista ha esplorato l’elettronica nelle sue numerose sfumature, pubblicando con varie formazioni più di dieci album, per label come Tafuzzy Records, WWNBB, Cane Andaluso e Karasho Record. Per oltre dieci anni ha suonato in club e festival italiani e stranieri. Come produttore artistico ha inoltre firmato le release di importanti realtà della scena indie (Landlord, 2016) e di brand internazionali (Yamaha, 2010). L’attività fotografica rappresenta una costante della sua ricerca visiva e si concentra soprattutto sugli aspetti marginali e quotidiani del paesaggio urbano, nel tentativo di farne emergere l’aspetto simbolico, evocativo e trascendente. Ha esposto in svariate mostre ed eventi tra cui i Tafuzzy Days (Riccione, 2018) e Moho (Rimini, 2018).

 
 

•••

Sotto il sole di Riccione 2020 è un progetto di comunicazione a cura di Studio Luca Sarti e promosso da assessorato Turismo Sport Cultura Eventi del Comune di Riccione.

Immagini, area download e press-kit: www.riccione.it

 

Materiale utile

 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: