Attività acquatiche le nuove disposizioni per praticarle

 

Riccione, 07 May 2020

 

RICCIONE 7 maggio 2020 - Il Comune di Riccione in relazione alla nuova ordinanza Regionale disciplina l’accesso agli specchi acquei per lo svolgimento delle attività acquatiche individuali (quali, ad esempio, kite-surf, windsurf, attività subacquee, vela in singolo, pesca, ecc...). In base all’atto sindacale firmato questa mattina dal sindaco Renata Tosi, l’attività acquatica come specificato “deve avere luogo esclusivamente dalle aree oggetto di concessione per attività assimilabili (circoli nautici, velici ecc...) o dagli appositi corridoi di lancio-atterraggio autorizzati. In particolare “nelle aree in concessione in ambito portuale e nei circoli sportivi è possibile uscire in mare per attività da diporto (quali, ad esempio, vela, pesca, diporto nautico, ecc...) nel rispetto delle vigenti Ordinanze della Capitaneria di Porto; in barca a vela o a motore si può uscire fra congiunti oppure, se non si tratta di congiunti, in non più di due persone. E’ esclusa la balneazione che verrà disciplinata con successiva specifica ordinanza. 

 
 
 
 
 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: