Sedute a scomparsa e platea inclinata. Le scelte tecniche d'arredo sperimentale per il Nuovo Spazio Tondelli

 

Tosi ed Ermeti: "Abbiamo fortemente voluto dare alla nostra città un luogo poliedrico e accogliente nel cuore di viale Ceccarini. Sarà unico in Italia"

Riccione, 20 aprile 2022 - Continuano senza sosta i lavori al cantiere del Nuovo Spazio Tondelli oggetto di una profonda ristrutturazione edilizia della sala per pubblico spettacolo per cui l'amministrazione ha investito 600 mila euro. Dopo 30 anni, il teatro torna nel cuore storico di viale Ceccarini e sarà pronto per una nuova stagione di spettacoli. Questa mattina, intanto, il sindaco Renata Tosi e l'assessore ai Lavori Pubblici hanno visitato il cantiere e scelto le poltroncine per il pubblico. Si tratta di sedute ergonomiche, 300 in posizione fissa ma se chiuse scompariranno alla vista, diventando una sorta di istallazione che rende piena visuale sulla sala. Quelle amovibili amovibili completamente saranno invece 90. Le poltroncine saranno disposte in file da 15 per 20 file, e saranno di colore nero. "Le poltroncine scelte sono le Mura Lamm, design che ha vinto il prestigioso premio Compasso d’Oro ADI - spiega l'architetto Anton Luca Nannini che ha messo a punto il progetto del Nuovo Spazio Tondelli. "La scelta delle poltroncine si integra con lo stile stesso che avranno le rappresentazioni al Tondelli - spiega l'assessore Ermeti -. Il colpo d'occhio sarà di pieno/vuoto rendendo lo spazio modellabile sulle esigenze sceniche e permette l'utilizzo della sala come un'unica grande scena. Al Tondelli, probabilmente unico in Italia, lo spazio si modellerà e cambierà per mettersi al servizio dell'espressione teatrale".   

"Il cammino per dare a Riccione un Teatro nel cuore della città, su viale Ceccarini, è stato elaborato e l'amministrazione ha voluto fortemente portarlo a termine - dichara l'amministrazione. Siamo partiti dall'acquisizione del diritto di superficie per 25 anni dalla Casa del Popolo e tre mesi dopo abbiamo dato il via ai lavori per quello che è un edificio poliedrico e contemporaneo pronto ad accogliere arti sceniche di più tipi: prosa, danza, concerti, performance. Ma non solo, perché abbiamo voluto di più. Infatti il progetto prevede un intervento di rigenerazione generale che collega interno ed esterno, aprendo il nuovo teatro su viale Ceccarini, un’area all’aperto e un foyer. Oggi abbiamo visto prendere forma la platea, già da sola spettacolare perché racchiusa in un guscio al fondo del teatro, posta su un solaio inclinato. Accoglierà da 300 a 405 spettatori, grazie proprio alle sedute mobili che abbiamo scelto oggi".

 
 
 
 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: