FAQ

 

Quesito:

 

1.    “Al punto 3 viene riportato che i soggetti ammessi devono essere senza finalità di lucro ma anche in possesso dell’iscrizione alla CCIAA in settori attinenti alla somministrazione di alimenti e bevande.
Confrontandoci con un commercialista, ci ha fatto presente che questa cosa è in contrasto con le finalità di un AUSER poiché qualora si dovesse iscrivere alla camera di commercio, diventerebbe in automatico un’azienda con finalità di lucro.

 

2.    Basterebbe anche che tra gli associati dell’AUSER che partecipa al bando, ci sia una persona in possesso delle licenze da bar?”

 

Risposta:

 

Per rispondere al quesito sopra richiamato è stata presentata alla Camera di Commercio la seguente domanda :

"SCIA APERTURA PUBBLICO ESERCIZIO-Buongiorno, con la presente siamo a richiedere se per apertura di pubblico esercizio (bar/ristorante ) da parte di ente non profit, debba essere sempre effettuata iscrizione al Registro Imprese o se sia sufficiente la sola iscrizione R.E.A. In quali casi è quindi consentita la sola iscrizione al R.E.A?. Ringraziando per la collaborazione si rimane in attesa di un vostro gentile riscontro.”

 

Risposta Camera di Commercio:

"Buongiorno,Nel REA devono essere iscritti, ai sensi dell’art. 9 del D.P.R. n. 581/1995 e come chiarito anche dalla Circolare Ministeriale n. 3407/C del 09.01.1997, tutti quei soggetti che esercitano attività economiche di natura commerciale e/o agricola, che si collocano in una dimensione di sussidiarietà rispetto all’oggetto principale di natura ideale, culturale, ricreativa del soggetto stesso (si tratta, ad esempio, degli enti pubblici non economici, delle associazioni riconosciute e non, le fondazioni, i comitati e gli organismi religiosi) ovvero altri soggetti non riconducibili alla tipologia di impresa.
Nel caso in cui, invece, i soggetti sopra indicati esercitino una attività di impresa in via esclusiva o principale, è necessario che si iscrivano nella sezione ordinaria del Registro delle Imprese e devono sottostare a tutti gli effetti alla disciplina della “pubblicità legale” prevista dalle norme generali fissate dagli articoli 2188-2202 del Codice Civile".

 

Pertanto si risponde al quesito per il punto:

 

1. si risponde precisando che il requisito d'iscrizione alla CCIAA in settori attinenti alla somministrazione di alimenti e bevande (art. 3, comma 3 del Bando), nel caso in cui il soggetto sia un Ente non profit, sarà sostituito dall'iscrizione al REA.

 

2. la risposta è NO. Dovrà essere l'Ente/Associazione a dover essere iscritta alla CCIAA o REA.

 

Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: