SUPERR Scuola di Urbanistica PartTecipata per Ragazzi e Ragazze

Descrizione

SUPERR Scuola di Urbanistica PartTecipata per Ragazzi e Ragazze

 

Il progetto partecipato, denominato SUPERR - Scuola di Urbanistica PartEcipata per Ragazze e Ragazzi - è un laboratorio per ragazze e ragazzi che si svolge all’interno della scuola, in collaborazione con le Istituzioni pubbliche e con il supporto di partner di progetto (associazioni giovanili, gruppo Scout, ecc.), con l’intento di attuare un progetto di pianificazione di urbanistica partecipata della città insieme ai giovani che studiano e vivono a Riccione;

 

SUPERR accompagnerà le ragazze e i ragazzi a comprendere le forme della città, le dinamiche di trasformazione e le opportunità di rigenerazione dello spazio urbano volte al miglioramento della qualità di vita per le generazioni future. ll percorso educativo e partecipativo mira al rafforzamento della cittadinanza attiva e alla crescita della partecipazione dei ragazzi e delle ragazze alla costruzione delle politiche pubbliche urbane, attraverso la realizzazione di incontri formativi interattivi, esplorazioni urbane, indagini on-line e laboratori di scenario.

 

I ragazzi e le ragazze saranno accompagnati attraverso le lezioni ad apprendere i concetti del Design for All (EIDD Istituto Europeo per il Design e la Disabilità, 2004) - definito come il design per la diversità umana, l’inclusione sociale e l’uguaglianza - e con le esplorazioni e il laboratorio avranno il compito di riconoscere e leggere lo spazio urbano dal punto di vista delle ragazze e dei giovani in genere, di mappare la città e di indicare al PUG suggerimenti e proposte per promuovere spazi pubblici ad elevata accessibilità, che rendano i luoghi più sicuri e attenti alla frequentazione diurna e notturna, anche in riferimento alla destinazione di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata e mafiosa, di cui all'articolo 19 della legge regionale 28 ottobre 2016 n. 18;

 

Il progetto, che verrà portato avanti in collaborazione tra Servizio Urbanistica, Servizio Ambiente, Servizio Politiche educative, Area educativa – progetti di qualificazione, innovazione e partecipazione, e prevede le seguenti attività:

 

  • avvio della progettazione partecipata, con le realtà mappate, di quella che sarà la scuola di urbanistica partecipata;
  • ciclo di formazione “l’urbanistica partecipata va a scuola”: lezioni sui temi delle infrastrutture verdi urbane, della riqualificazione dello spazio pubblico e del riuso di spazi dismessi e approfondimenti su buone pratiche di progettazione e animazione del territorio con esperti del settore presso due classi di un istituto superiore;
  • indagine online rivolta ai giovani che risiedono o studiano a Riccione;
  • esplorazioni urbane che accompagneranno i ragazzi e la comunità nella lettura della città, raccogliendo criticità, punti di forza e potenzialità;
  • azioni di comunicazione per raccontare il percorso dal punto di vista dei ragazzi e delle ragazze;
  • contest fotografico;

 

L'obiettivo generale del processo è di valorizzare il ruolo attivo dei giovani (16-25 anni) nel disegno di una visione strategica della città in trasformazione, i giovani fungeranno da esploratori e narratori, da sentinelle del territorio e da agenti del cambiamento e che, come forma di cittadinanza attiva, stimoleranno un nuovo approccio nel governo del territorio di Riccione;

 

Cambiando la percezione di un piano urbanistico prettamente tecnico e riservato agli addetti ai lavori e si trasforma in uno strumento di narrazione identitaria, di rappresentazione di visioni collettive e condivise e di innovazione culturale e sociale, si vogliono raggiungere anche i seguenti obiettivi specifici:

  • sensibilizzare i più giovani sulle strategie per migliorare la qualità degli spazi urbani;
  • ascoltare i bisogni e raccogliere le istanze dei più giovani;
  • mettere al centro l’attivazione dei più giovani come motore di cambiamento;
  • favorire risposte creative a questioni urbane;

Attraverso il progetto si intende integrare i seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 nelle politiche locali di governo del territorio:

SDG 4: Istruzione di qualità. Attraverso le attività di formazione per i giovani coinvolti nel processo si intende promuovere un’educazione volta ad uno sviluppo e uno stile di vita sostenibile (4.7)

SDG 11: Città e comunità sostenibili. Il processo partecipativo intende migliorare l'urbanizzazione e la capacità inclusiva e sostenibile di Riccione (11.3)

SDG 13: Agire per il clima. I contenuti prodotti dal processo sono funzionali all’integrazione di misure per contrastare la crisi climatica nelle politiche e strategie locali (13.2). Inoltre, le attività previste dal progetto sono volte a migliorare l'istruzione, la sensibilizzazione e la capacità istituzionale in materia di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici (13.3).

SDG 16: Pace, giustizia e istituzioni forti. Il progetto sarà trasparente, inclusivo e rappresentativo in ogni sua fase (16.6 e 16.7) per supportare il successivo processo decisionale che l’Amministrazione intraprenderà per l’adozione del nuovo PUG;

 
 
Banner Regione Emilia-Romagna
 
 

Documentazione

 

A chi rivolgersi

 
martedì dalle ore 09:00 alle ore 13:00
giovedì dalle ore 14:30 alle ore 17:30
lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 09:00 alle ore 14:00
 
 

Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: