Museo

Riapre al pubblico, lunedì 26 aprile, con una novità interattiva il Museo del Territorio “Luigi Ghirotti” a Riccione Paese. Si confermano gli orari di visita dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13.50 e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18.

 

Venerdì 1 maggio alle ore 17 pillole di cultura sulla pagina facebook Museo del Territorio Riccione  in compagnia di Andrea Augenti

 

Venerdì 17 aprile alle ore 17 pillole di cultura sulla pagina facebook Museo del Territorio Riccione  in compagnia di Valentino Nizzo, Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Roma

 

Venerdì 17 aprile alle ore 17 pillole di cultura sulla pagina facebook Museo del Territorio Riccione  in compagnia di Valentino Nizzo, Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Roma

 

Per il Museo del Territorio un progetto presentato all'IBACN. Realtà aumentata e arricchita con percezioni sensoriali umane, mediante il digitale, in modo da rendere visibile l’invisibile. Nuove tecnologie e connettività senza filo.

 

Le lezioni del corso “Edilizia Storica - rilievo, stratigrafia e tecniche costruttive”, in programma dal 14 al 28 gennaio alle 20.30...

 

Tre splendide conferenze per conoscere le abitudini alimentari e conviviali del passato: 19 gennaio - 2 febbraio - 16 febbraio 2020

 

Oltre 500 studenti di 21 classi delle scuole primarie e secondarie di Riccione saranno impegnati fino al termine di novembre ad un progetto valutato dall’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna come una delle migliori 10 proposte nella categoria Musei, nell’ambito del concorso “ Io amo i beni culturali”. 

Il progetto denominato “ Dal Pleistocene alla Land Art” da un’idea di Georgia Galanti, Silvio Castiglioni ( Associazione Culturale Celesterosa), Claudio Ugolini e, per il Museo del Territorio di Riccione, da Andrea Tirincanti, ha coinvolto gli alunni in una 40ina di incontri in spiaggia, in classe e al Museo. La finalità del progetto è quella di far conoscere agli studenti il territorio in cui vivono, illustrando i diversi habitat testimoniati nel passato e le possibili conseguenze degli attuali cambiamenti climatici nell’immediato futuro. In spiaggia i ragazzi, dopo aver partecipato ad apposite lezioni introduttive al Museo,si sono messi alla ricerca in spiaggia non solo di materiali naturali portati a riva dal mare come spugne, conchiglie e rami d’alberi, ma anche dei rifiuti lasciati irrispettosamente dall’uomo, reti da pesca, plastica o mozziconi di sigaretta. Questi materiali, nella seconda fase del progetto, sono stati assemblati per comporre dei Mobiles liberamente ispirati all’artista Calder, veri e propri totem di denuncia sul fragile equilibrio che intercorre fra uomo e natura. Ambiente, archeologia e arte si intrecceranno nella prosecuzione del progetto che in una successiva tranche sarà ispirato alla Land Art con interventi al Parco degli Olivetani.

 

Martedì 27 e mercoledì 28 agosto 

chiude la quinta edizione 

Chiude la prossima settimana la rassegna  Storia e Storie in spiaggia  il tour estivo a cura della biblioteca comunale e del Museo del territorio che nella bella stagione si trasferiscono al mare con le letture animate e i laboratori archeologici dedicati ai bambini. Gli incontri sono cominciati il 2 luglio scorso e hanno avuto cadenza settimanale, portando fiabe, letture animate, laboratori didattici e libri in prestito direttamente sotto l’ombrellone, ogni volta in uno stabilimento diverso.

 

Pienone alla serata dedicata ai Vichinghi al Museo del Territorio con la rassegna A come Archeologia; Battarra “ rassegna consolidata che riscuote grande successo tra bambini e famiglie”

 

 

Continuano le sperimentazioni a Photosynthesis Experience, il progetto site specific in corso a Villa Franceschi fino all’8 settembre. Domenica 14 luglio alle ore 19 inaugura la terza mostra nella mostra della stagione con UNO #idontcareaboutuno, all’interno del Vivaio Artistico della Villa.

UNO è un artista che vive e lavora a Roma dai primi anni del 2000. Accogliendo e attualizzando la lezione di Warhol, di Debord, e di Rotella, UNO, attraverso la ripetizione all’infinito e il frequente uso di spray e pitture fluorescenti, gioca con la tecnica pubblicitaria e la cambia di segno.

 


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: