97° compleanno di Riccione. Il programma

 

Riccione, 16 October 2019

 

Storia di una città tra memoria e futuro.

19 ottobre - 26 ottobre 2019 

Un’intera settimana di appuntamenti per festeggiare il 97° compleanno della città di Riccione.

Sono passati infatti 97 anni da quel 19 ottobre 1922 in cui Riccione, con Regio Decreto, è diventata Comune autonomo e l’amministrazione comunale ha deciso di dedicare a questa ricorrenza un’intera settimana di appuntamenti che celebrano i riccionesi, tra passato, presente e futuro.

“Abbiamo deciso di ricordare una data così importante attraverso momenti di comunità - commenta il sindaco Renata Tosi -  che raccontano da dove veniamo e dove stiamo andando, attraverso simboli significativi come l’inaugurazione di una scuola e la celebrazione di personaggi che hanno segnato la nostra storia. Appartengono a questa storia uomini illuminati, che seppero incidere profondamente non solo sul loro tempo ma anche sul futuro contribuendo allo sviluppo morale e civile della nostra città”.

Silvio Lombardini (1866-1935), primo sindaco di Riccione a partire dal 1923, grande promotore dello sviluppo turistico della città, che si avviava a diventare la “Perla verde dell’Adriatico; don Giovanni Montali (1881-1959), parroco di San Lorenzo dal 1912 al 1959, che seppe coniugare l’attività pastorale con un intenso impegno in campo sociale ed educativo; Camillo Manfroni (1863 - 1935), senatore e professore, cui il Comune di Riccione nel 1930 conferì la cittadinanza onoraria per la sua instancabile opera culturale ed educativa; Igino Righetti (1904-1939) a cui Riccione dette i natali, che divenne presidente nazionale della FUCI a Roma nel 1925 e, insieme a Giovan Battista Montini - futuro papa Paolo VI -, fu punto di riferimento per i giovani cattolici impegnati in campo politico, sociale e culturale. 

 “La riflessione sulle nostre radici e sulla nostra storia ci porta a valorizzare tutto ciò che costituisce identità e memoria - prosegue il sindaco: non solo dunque i grandi personaggi ma anche le piccole vicende personali fatte di racconti, saperi ed esperienza che, lasciando tracce indelebili, contribuiscono a costruire un giorno dopo l’altro la collettività”.

Il programma della settimana comincia sabato 19 ottobre con la festa di inaugurazione della scuola di Riccione Paese che, riaperta quest’anno dopo un’accurata ristrutturazione, sarà l’elemento scenico di un pomeriggio all’insegna della musica e del divertimento. A partire dalle 15.30 inizieranno le letture animate con le lettrici volontarie della biblioteca comunale; insieme a loro ci sarà la musica di Filippo Dionigi e Mirò Saxophone Quartet e le dolcezze preparate dagli allievi dell’Istituto Alberghiero Savioli. Si potrà inoltre percorrere un viaggio nel tempo attraverso le immagini di  Riccionesi in grembiule. Scatti d’epoca dai primi del Novecento agli anni Sessanta  (dall’archivio immagine della biblioteca comunale), volti e luoghi di una realtà in cui affonda le radici la storia della città.

Il pomeriggio proseguirà al Centro del Pesa, dove alle ore 17.30 si terrà la cerimonia pubblica di intitolazione della sala conferenze della biblioteca a Silvio Lombardini, primo sindaco di Riccione, alla presenza della famiglia. A seguire si terrà la presentazione del libro dello storico e ricercatore Manlio Masini, dal titolo  Silvio Lombardini, un uomo perbene tra Santarcangelo, Forlì e Riccione .

Il programma prosegue venerdì 25 ottobre (ore 17.30, biblioteca comunale) con la presentazione del libro  Il paese nascosto. Un viaggio nella poesia e nel paesaggio interiore,  a cura   dell’autore riccionese Luca Nicoletti e con la partecipazione di Giancarlo Pontiggia, saggista e grande protagonista della poesia italiana contemporanea. Nell'incontro si alterneranno l'approfondimento critico di Pontiggia e musiche dal vivo di Tiziano Paganelli, virtuoso della fisarmonica, insieme alle immagini di Rosita Nicoletti, fotografa e madre di Luca, scomparsa nel 2009.

Nella stessa giornata, alle ore 20.30 al Palazzo del Turismo sarà inaugurata, alla presenza del Vescovo di Rimini, la mostra documentaria e fotografica itinerante  Don Giovanni Montali. La forza della carità per una rinascita civile. Immagini, documenti, testimonianze. In occasione del 60° anniversario della morte di don Giovanni Montali, grande figura di sacerdote (parroco della chiesa di San Lorenzo in Strada dal 1912 al 1959), il Comune di Riccione, l'Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli” della Diocesi di Rimini e di San Marino - Montefeltro, la Fondazione “Igino Righetti”, in collaborazione con il Comitato d’Area S. Lorenzo e la parrocchia San Lorenzo in Strada, rendono omaggio a questo protagonista della storia cittadina della prima metà del secolo scorso.

Dopo l’inaugurazione si terrà la conferenza dal titolo  Igino Righetti e il rinnovamento della cultura cattolica  a cura del prof. Renato Moro, docente di storia contemporanea all’Università degli Studi di Roma Tre, con la partecipazione di Don Pierpaolo Conti.

La giornata di sabato 26 ottobre sarà ricca di appuntamenti.

Si comincia alle ore 11 con l’inaugurazione dell’Emporio Solidale che avrà sede nell’ex edificio dell’azienda Tucker (via Del Commercio, 9). Si tratta di una grande progetto per la comunità, realizzato in collaborazione con la Consulta della Solidarietà Sociale Città di Riccione, a favore di persone in temporanea situazione di disagio economico: un lavoro congiunto di volontari delle associazioni ed operatori dei servizi sociali finalizzato a rimuovere gli ostacoli per un effettivo superamento della condizione di bisogno, in una logica di lavoro di rete e coordinamento con il sistema dei servizi di welfare locale.

Il 26 ottobre sarà anche la giornata dedicata alla Festa dei Nonni, un importante momento di condivisione e comunità che coinvolge famiglie, nonni e bambini. A partire dalle ore 15.30 il Parco della Resistenza si animerà con giochi e attività che coinvolgeranno grandi e più piccoli. Dalle ore 19, si proseguirà al Play Hall con cena conviviale e intrattenimento musicale. L’evento è organizzato in collaborazione con i Centri di Buon Vicinato e il Centro distrettuale per le famiglie.

Alle ore 17 al Palazzo del Turismo si terrà la presentazione del libro di Fosco Rocchetta dal titolo  Camillo Manfroni Riccione. Eminente storico della Marina militare , con un intervento di Stefano Medas, docente di storia della navigazione antica. Camillo Manfroni fu docente di storia all'Accademia Navale di Livorno, accademico dei Lincei, autore e cultore di studi nautici. La biografia ricostruisce e riscopre il suo legame con Riccione. Dal 1913 cominciò a trascorrere lunghi periodi nella nostra città e partecipò attivamente alla vita sociale, accettando di far parte di numerosi comitati e associazioni culturali, diventando nel 1933 presidente onorario del Club Nautico. Questo profondo legame si concretizzò anche la scelta di donare la sua villa al Comune di Riccione perchè diventasse sede scolastica.

 
 
 
 
 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: