Pubblica Istruzione

Commemorazione del naufragio della Bruna con i ragazzi della scuola e i parenti dei caduti. 

 

 Questa mattina ore 8.45 la classe IV della scuola Marina Centro ha incontrato testimoni significativi del naufragio della barca Bruna. Al monumento caduti del mare erano presenti l'assessore al Demanio, Affari generali, politiche comunitarie, Dionigi Palazzi, lo scrittore Carlo Volpe, Referenti della Lega navale nonché i parenti dei Caduti in mare nel naufragio della Bruna. La classe si è poi spostata al centro di documentazione comunale dove l’assessore alla Scuola, Servizi Educativi, Alessandra Battarra ha accolto il signor Severo Pronti, figlio del caduto Roberto Pronti, assieme alle figlie, Roberta e Patrizia Pronti e il signor Roberto Gennari accompagnato dalla moglie, figlio del caduto in mare Giulio Gennari. 

 

Domani al monumento Caduti del Mare.

 Domani, venerdì 17 gennaio, avrà luogo la commemorazione del naufragio della nave Bruna alla presenza dell’assessore alla Scuola, Servizi Educativi, Alessandra Battarra, e dell’assessore al Demanio, Affari generali, Politiche comunitarie, Andrea Dionigi Palazzi. Al monumento Caduti del mare, viale Torino 7, insieme con lo scrittore Carlo Volpe, autore del volume “Riccione Marina. Memorie balneari del Novecento”, referenti del centro di documentazione comunale riceveranno la classe IV della scuola Marina Centro per una significativa e partecipata commemorazione. 

 

Cena e storia, parte il ciclo “Archeologia del Gusto”.

Battarra: “Un modo per guardare al futuro dei ragazzi che si approcciano ad un mestiere attraverso un’esperienza curiosa e formativa”  

 

E’ già sold-out, tutti i posti prenotati, la cena di domenica sera all’Istituto Alberghiero “S. Savioli” che chiuderà il primo appuntamento del ciclo di conferenze dell’Archeologia del Gusto. Anche quest’anno infatti c’è grande interesse per gli appuntamenti proposti dal Museo del Territorio di Riccione,“Archeologia del gusto. La storia è servita”. 

Tre appuntamenti che raccontano al grande pubblico le abitudini alimentari e conviviali di importanti civiltà del passato, utilizzando principalmente le fonti archeologiche. Fondamentale, la collaborazione con l’Istituto Alberghiero “S. Savioli” di Riccione, che grazie ai suoi professori e studenti, farà riscoprire agli ospiti sapori e cibi del passato rinnovando antiche ricette suggerite dai relatori invitati quest’anno. Si comincia quindi con una conferenza domenica pomeriggio alle 17.30 (posti ancora disponibili)  “ Le prime ricette della storia. La cucina in Mesopotamia tra mito e buongusto con Paolo Brusasco, docente dell’Università degli Studi di Genova e uno dei massimi esperti dell’area mesopotamica che illustrerà le pietanze dedicate ad alcune divinità del pantheon sumero che saranno poi gustate a tavola alle ore 20 presso la scuola di via Piacenza. Durante la prima serata le pietanze saranno accompagnate dall’effervescente Ninkasi, birra prodotta ad hoc dal Birrificio del Catria seguendo le indicazioni del professor Brusasco. 

 

Tre nuovi appuntamenti del Museo del Territorio. 

RICCIONE 3 gennaio 2020 - I tre appuntamenti del 2020 fanno seguito alle cinque precedenti edizioni di conferenze dedicate all’archeologia organizzate dal Museo del Territorio.

Per il secondo anno si è deciso di raccontare al grande pubblico le abitudini alimentari e conviviali di differenti civiltà del passato utilizzando principalmente le fonti archeologiche.

Prosegue la collaborazione con l’Istituto Alberghiero “S. Savioli” di Riccione, che grazie ai suoi professori e studenti ci farà riscoprire sapori e cibi del passato rinnovando antiche ricette suggerite dai tre relatori invitati quest’anno.

 

Nuovo Regolamento per l'accesso alle strutture dell’infanzia

Più snella la domanda per entrare in graduatoria .

Il sindaco Tosi: “No all'obbligo del nido come invece la Regione Emilia Romagna vuole fare da anni”.

RICCIONE - Approvato ieri sera, 27 dicembre, dal Consiglio comunale di Riccione, il nuovo Regolamento per l'accesso alle strutture dell’infanzia, ai centri estivi e al servizio di ristorazione scolastica così come posto al voto dall’assessore alla scuola e ai servizi educativi, Alessandra Battarra. 

Vengono snelliti i criteri per le domande per entrare nelle graduatorie come quelli relativi alle tipologie lavorative dei genitori dichiaranti, al nucleo familiare, eliminati del tutti quelli relativi alla metratura dell'abitazione o all’assegnazione catastale di questa, cosicché chi compilerà il questionario di iscrizione a partire dal nuovo anno si troverà a dover rispondere a meno domande rispetto a quelle previste dal vecchio regolamento. 

 


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: