Coronavirus: molte attività chiudono spontaneamente dichiarazione del sindaco

 

Il sindaco: "Doloroso dire ad un imprenditore bravo hai chiuso! Ma necessario per il bene di tutti  Dobbiamo essere ricchi di umanità" 

Riccione, 10 marzo 2020

 

Tosi: "No al panico ingiustificato, informiamo i cittadini"

<<Abbiamo scelto per voi, per i nostri ragazzi e per tutti noi. La salute prima di tutto e per questo non c’è sacrificio più bello che preservare la nostra clientela in modo diverso. Quello più puro e sentito... Il rispetto verso il prossimo>>. Queste sono le parole del gestore del Birrodromo, locale di Riccione molto frequentato, che su Facebook si dice <<felice di aver chiuso per tutti>>.

Oggi a Riccione hanno iniziato a chiudere spontaneamente non solo ristoranti, pizzerie, ma anche parrucchieri, estetiste, negozi che non trattano generi di prima necessità. Sono oramai tanti -, ha detto il sindaco Renata Tosi - è una presa di coscienza che rispetto, che accolgo con favore e che mi fa tirare un sospiro di sollievo, perché ora sono più sicura che insieme supereremo anche questa. D'altra parte, è molto difficile dover dire <<bravo hai fatto bene>> ad un imprenditore che decide di sospendere l’attività. Per me, che ho sempre creduto nell'impresa individuale e seria, che fa grande la nostra Riccione, è davvero doloroso. Ma non c’è un’altra strada, non possiamo farne a meno. Riccione è una città ricca, non solo di possibilità economiche, di quegli investimenti che, mettendo in campo progetti e caparbietà con tutte le forze l’amministrazione ha continuamente stimolato, agevolato e dato impulso. Riccione è anche una città ricca di umanità e oggi i miei concittadini-imprenditori lo stanno dimostrando a tutti! Grazie, perché noi possiamo controllare, le forze dell’ordine, che ringrazio, possono eseguire le verifiche dei permessi e delle autocertificazioni, ma solo con la serietà personale di ognuno possiamo evitare altri contagi”. 

 
 
 
 
 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: