Area Educativa

l 17 e il 18 novembre, il teatro londinese presenta i testi di 5 autori premiati a Riccione: Greta Cappelletti, Maria Teresa Berardelli, Pier Lorenzo Pisano, Carlotta Corradi e Davide Carnevali.  

Simone Bruscia: “Riccione Teatro è una finestra aperta sul mondo, la drammaturgia italiana viene rappresentata nelle grandi capitali, da New York a Madrid, ora a Londra, grazie a progetti speciali che fanno del Premio Riccione una fucina unica e straordinaria .” 

“È un momento importante, decisivo, per il teatro a Riccione. La centralità dello Spazio Tondelli nel dibattito cittadino, il sostegno dell’amministrazione comunale che investe sul futuro di una sala teatrale moderna e d’avanguardia, la stagione appena inaugurata con gli spettacoli presi d’assalto e nel contempo un lavoro fino e certosino, continuo, di studio, ricerca e promozione, quello del Premio Riccione, che accompagna e sostiene gli autori e i giovani drammaturghi all’estero. Riccione Teatro è un progetto articolato e ambizioso, una realtà unica in Italia che produce teatro e cultura, e dalla provincia sfida l’orizzonte dell’Adriatico per abbracciare l’Europa e il mondo.” (Simone Bruscia)

 

 

Presentazione del libro di Antonietta Sajeva.  

Giovedì 14 novembre 2019 alle ore 17,30  presso la Sala conferenze del Centro della Pesa, via Lazio n.10 Riccione, verrà presentato con il patrocinio del comune di Riccione, il libro  CREA-ATTIVA-MENTE Attività creative per migliorare il clima in classe (Erickson Live Editore) di Antonietta Sajeva, psicologa e psicoterapeuta.

 

Riccione, Spazio Tondelli
La bella stagione 2019-20

Venerdì 8 novembre, ore 21 

Prima assoluta allo Spazio Tondelli 

Con Chiara Francini e Alessandro Federico torna il teatro di Dario Fo e Franca Rame

 

Dopo aver ospitato le giornate del Premio Riccione per il Teatro, culminate con l’assegnazione del più ambito premio italiano di drammaturgia, lo Spazio Tondelli di Riccione torna ancora una volta a proporre serate di grande teatro. L’appuntamento è venerdì alle 21: in programma Coppia aperta, quasi spalancata , grande classico di Dario Fo e Franca Rame riproposto in una nuova versione per la regia di Alessandro Tedeschi; sul palco Chiara Francini Alessandro Federico. Lo Spazio Tondelli ospita la prima assoluta del nuovo spettacolo, presentato al termine di una residenza di allestimento (ingresso 20 euro). 

A lungo popolarissimo sia in Italia che all’estero, Coppia aperta, quasi spalancata racconta la storia tragicomica di una coppia di coniugi, figli del Sessantotto e del mutamento della coscienza civile italiana. Protagonisti assoluti dello spettacolo, che usa in modo magistrale gli stilemi della commedia all’italiana, sono la psicologia maschile e l’insofferenza al concetto di monogamia. Sullo sfondo l’evoluzione del matrimonio borghese e dei nuclei familiari, alla luce delle riforme legislative degli anni Settanta.

 

Come preannunciato sono partiti i lavori di demolizione della scuola Panoramica. Per la prossima settimana il plesso sarà completamente demolito. Poi partirà la fase successiva di inizio lavori veri e propri a fine mese delle ditte Edil Legno srl e Alfa Impianti.

 

La palestra di via Ionio della scuola secondaria di 1° “F.lli Cervi”, quartiere Fontanelle, verrà demolita e ricostruita. La Giunta Comunale nei giorni scorsi ha approvato il progetto di fattibilità...

 

Il primo appuntamento: venerdì 8 novembre alle ore 17 con la Compagnia Le Pu-Pazze nello spettacolo 

“La zuppa delle streghe” 

Per tutti i bambini dai 3 agli 8 anni. 

La Biblioteca comunale di Riccione propone un nuovo divertente ciclo di letture animate e spettacoli dal titolo  Che storie!  rivolto a tutti i bambini dai 3 agli 8 anni. 

Il primo appuntamento sarà venerdì 8 novembre alle ore 17 con lo spettacolo della Compagnia Le Pu-Pazze dal titolo “La zuppa delle streghe”. Venerdì 29 novembre ad andare in scena saranno i Ragazzi del Centro 21 con il loro spettacolo “La libreria volante di Dante”.

La rassegna si concluderà sabato 14 dicembre, in pieno clima pre-natalizio, con l’attesissimo ritorno di Zia Natalina 

 

Oltre 500 studenti di 21 classi delle scuole primarie e secondarie di Riccione saranno impegnati fino al termine di novembre ad un progetto valutato dall’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna come una delle migliori 10 proposte nella categoria Musei, nell’ambito del concorso “ Io amo i beni culturali”. 

Il progetto denominato “ Dal Pleistocene alla Land Art” da un’idea di Georgia Galanti, Silvio Castiglioni ( Associazione Culturale Celesterosa), Claudio Ugolini e, per il Museo del Territorio di Riccione, da Andrea Tirincanti, ha coinvolto gli alunni in una 40ina di incontri in spiaggia, in classe e al Museo. La finalità del progetto è quella di far conoscere agli studenti il territorio in cui vivono, illustrando i diversi habitat testimoniati nel passato e le possibili conseguenze degli attuali cambiamenti climatici nell’immediato futuro. In spiaggia i ragazzi, dopo aver partecipato ad apposite lezioni introduttive al Museo,si sono messi alla ricerca in spiaggia non solo di materiali naturali portati a riva dal mare come spugne, conchiglie e rami d’alberi, ma anche dei rifiuti lasciati irrispettosamente dall’uomo, reti da pesca, plastica o mozziconi di sigaretta. Questi materiali, nella seconda fase del progetto, sono stati assemblati per comporre dei Mobiles liberamente ispirati all’artista Calder, veri e propri totem di denuncia sul fragile equilibrio che intercorre fra uomo e natura. Ambiente, archeologia e arte si intrecceranno nella prosecuzione del progetto che in una successiva tranche sarà ispirato alla Land Art con interventi al Parco degli Olivetani.

 

I Carabinieri espongono in viale Ceccarini.
In occasione della ricorrenza del 4 novembre – Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate – l’Arma dei Carabinieri di Riccione ha inteso celebrare la solenne ricorrenza, come di consueto, al fianco del cittadino.
Dalle prime ore del 4 novembre in Viale Ceccarini è stato predisposto uno spazio espositivo, attivato con la collaborazione di un esercizio commerciale, con l’intento di avvicibare ancor di più il cittadino alle tradizionali celebrazioni della importante ricorrenza.
Nella vetrina allestita dall’Arma, in bella mostra alcuni delle immagini più tradizionali della storia bicentenaria della Benemerita: Grande Uniforme Speciale daUfficiale Carabiniere nonché una Grande Uniforme Speciale (GUS) da Carabiniere, uniformi che con la loro foggia hanno accompagnato un’Istituzione da sempre al fianco delle cittadino in tutte le vicende legate alla storia del Nostro Paese.

 

Il premio principale del concorso va al suo testo “Notte bianca ”.

Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” a Tommaso Fermariello (“Fantasmi”).

Menzione speciale “Franco Quadri” a Elvira Frosini/Daniele Timpano (“Ottantanove”). 

RICCIONE. Domenica 3 novembre, allo Spazio Tondelli di Riccione, si è celebrata la 55a edizione del Premio Riccione per il Teatro, il più longevo concorso italiano di drammaturgia. Alla giornata, culminata con la premiazione dei vincitori del concorso, ha partecipato anche la giuria, presieduta da Fausto Paravidino e composta da Renata M. Molinari, Isabella Ragonese, Graziano Graziani e Claudio Longhi

Assegnato con cadenza biennale all’autore di un testo teatrale italiano ancora non rappresentato in pubblico, il Premio Riccione per il Teatro (5000 euro) è andato a Tatjana Motta per  Notte bianca .

Tatjana Motta ha superato gli altri finalisti dell’edizione 2019: Emanuele Aldrovandi (La morte non esiste più)Elvira Frosini-Daniele Timpano (Ottantanove), Christian Gallucci (La vita delle piante) e Renato Sarti (Il rumore del silenzio). Tutti i finalisti restano comunque in gara per un premio di produzione da 15.000 euro, assegnato per favorire la rappresentazione dell’opera presentata in concorso.

 

Il Premio Riccione allarga il suo sguardo all’Europa.  

Sabato il Premio Riccione omaggia una nazione ospite, la Polonia. In serata doppio appuntamento allo Spazio Tondelli con la prima di “Le gardenie” e un tributo al cinema di  Kieślowski. 

Continuano le giornate del 55° Premio Riccione per il Teatro, storico concorso organizzato sin dal 1947. Accanto alle premiazioni, che si svolgeranno domenica 3 novembre allo Spazio Tondelli, il programma curato da Riccione Teatro e dal suo direttore Simone Bruscia propone un calendario ricco di incontri e performance, tutti a ingresso libero. La giornata di sabato 2 novembre in particolare si segnala per una novità assoluta, un focus sul teatro di una nazione ospite, la Polonia. Realizzata in collaborazione con Fabulamundi Playwriting Europe, PAV e Istituto polacco di Roma, l’iniziativa allarga per la prima volta il campo di osservazione del Premio dal panorama italiano all’Europa.

 

   2   

Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: