Colonnine elettriche in arrivo a Riccione, 12 le postazione

 

Il Comune di Riccione ha provveduto ad aggiudicare definitivamente, all’operatore economico BE CHARGE S.R.L. di Milano, il contratto relativo al servizio di installazione e gestione di strutture di ricarica per i veicoli elettrici su suolo pubblico ad uso di privati per la durata di 5 anni. La procedura avviata è stata quella della manifestazione di interesse, alla quale hanno aderito 5 aziende specializzate del settore ed è stata scelta quella che ha proposto l’offerta giudicata migliore dalla commissione esaminatrice. Il progetto del Comune prevede l’installazione di 12 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici in 12 siti possibili: P.le Neruda, P.le Azzarita, P.le Marinai d’Italia, P.le Della Ginestra, P.le Dei Faraglioni, P.le Di Saraceni, P.le Vittorio Veneto, P.le Caduti di Cefalonia e P.le Del Circeo. Ciascun dispositivo di ricarica dovrà avere una conformazione geometrica a sviluppo verticale (ossia la forma a colonnina); essere dotato di almeno due punti di ricarica per autovetture, veicoli commerciali a 4 ruote (categoria M/N) e uno per ciclomotori; consentire la ricarica anche agli utilizzatori “occasionali” privi di tessere o non registrati ad alcun servizio quali, ad esempio, i turisti della città; essere dotato di un display in grado di fungere da interfaccia utente per supportare il cliente nella procedura di ricarica. Inoltre la colonnina dovrà consentire la comunicazione tramite sistemi GPRS/UMTS (o analoghi per funzionalità) con il centro di controllo; dovrà consentire il controllo remoto del processo di ricarica, registrare e trasmettere i dati, essere dotato di apposito led colorato o indicatore facilmente visibile che segnali lo stato di funzionamento del dispositivo di ricarica: libero (assenza di veicolo o veicolo connesso con ricarica terminata), in ricarica, in avaria. 

“Rientra nel progetto di una città ecologica, con mobilità lenta, elettrica e sostenibile - ha detto l’assessore all’Ambiente, Lea Ermeti -. Vogliamo incentivare l’uso anche di fonti energetiche a basso impatto ambientale e a costi più contenuti. I siti che sono stati individuati per la collocazione delle colonnine coprono una buona parte del territorio della città, per rendere il servizio efficiente e alla portata di tutti i cittadini”.