CONFERMA DELLA OPERATIVITA' DELLA MODULISTICA UNIFICATA 2015

 
News informativa

DELIBERA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Num. 121/2015

Conferma della operativita' della modulistica unificata per la presentazione della comunicazione di inizio dei lavori (CIL) e della sua conformita' ai modelli definiti con l'accordo tra governo, regioni ed enti locali del 18/12/2014

 

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

- che l’edilizia è un settore che richiede una forte semplificazione amministrativa, in particolare per superare le incertezze, più volte lamentate dai cittadini e dalle imprese, circa la disomogeneità degli adempimenti richiesti in fase di presentazione delle pratiche edilizie;

- che la legge regionale n. 15 del 2013 ha previsto a tale scopo la predisposizione di una modulistica unica standardizzata da utilizzare su tutto il territorio regionale, nella quale gli adempimenti richiesti per ogni pratica edilizia siano solo quelli discendenti dalla normativa statale e regionale avente incidenza sulla materia edilizia;

- che l’obbligo di adottare una modulistica unificata e standardizzata è previsto anche dalla normativa statale ed in particolare dall’art. 24, comma 3, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modificazioni dalla L. 11 agosto 2014, n. 114;

- che di conseguenza anche il Governo è impegnato ad adottare una modulistica unificata, riferita alla normativa statale, che le Regioni devono poi adeguare alle specifiche normative regionali vigenti. Lo sviluppo di tale attività è ora previsto dalla così detta “Agenda per la semplificazione” per il triennio 2015-2017, punto 4.1, di cui all’art. 24, comma 1, del citato D.L. n. 90 del 2014;

- che l’azione statale di semplificazione si è svolta attraverso la costituzione di un apposito gruppo di lavoro presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la partecipazione anche di funzionari di questa Regione, che ha predisposto, in un primo tempo, i moduli relativi al permesso di costruire (PdC) e alla segnalazione certificata inizio attività (SCIA) e, successivamente, quelli relativi alla comunicazione di inizio attività (CIL);

Vista la deliberazione della Giunta regionale 7 luglio 2014, n. 993, recante “Atto di coordinamento tecnico regionale per la definizione della modulistica edilizia unificata (art. 12, comma 4, lettera a) e b), e comma 5, L.R. 15/2013)” con la quale sono stati approvati i modelli unificati relativi alle seguenti dieci tipologie di atti edilizi:

1. Richiesta di permesso di costruire, ai sensi degli artt. 17, 18, 19, 20, LR 15/2013, art. 17, LR 23/2004, e art. 7, DPR 160/2010;

2. Relazione tecnica di asseverazione del permesso di costruire, ai sensi dell’art. 18, comma 1, della L.R. n. 15/2013;

3. Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), ai sensi degli artt. 13, 14, 15, 16 e 22, LR 15/2013, artt. 17 e 17-bis, LR 23/2004, e art. 5, DPR 160/2010;

4. Relazione tecnica di asseverazione della SCIA, ai sensi dell’art. 14, comma 1, LR 15/2013;

5. Richiesta di certificato di conformità edilizia e di agibilità (CCEA), ai sensi dell’art. 23, LR

6. Relazione tecnica di asseverazione della richiesta di CCEA, ai sensi dell’art. 23, comma 2,

7. Comunicazione di inizio lavori (CIL), per gli interventi di attività edilizia libera di cui all’art. 7, comma 4, LR 15/2013;

8. Comunicazione di fine lavori per opere soggette a CIL, a norma dell’art. 7, comma 6, LR

9. Comunicazione opere temporanee o stagionali, a norma dell’art. 7, comma 1, lettera f), e comma 2, LR 15/2013;

10. Comunicazione di accatastamento da rurale a urbano, a norma dell’art. 7, comma 1, lettera o), e comma 3, LR 15/2013;

 

- che la citata deliberazione è stata assunta anche in attuazione dell’accordo del 12 giugno 2014 concluso in Conferenza unificata, ai sensi dell’art. 9, comma 2, lettera c), del D.Lgs. 281/1997, tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali, concernente l’adozione di moduli unificati e semplificati per la presentazione dell’istanza di permesso di costruire e della segnalazione certificata di inizio attività;

- che infatti la modulistica regionale, contenuta nella stessa deliberazione, è stata predisposta sulla base dei modelli statali, con l’introduzione di quelle modifiche derivanti dall’applicazione di specifiche normative legislative e regolamentari regionali;

Vista la determinazione n. 16913 del 17 novembre 2014 (Adeguamenti della modulistica edilizia unificata) con la quale, il Responsabile del Servizio Affari generali, giuridici e programmazione finanziaria della Direzione generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali, ha provveduto ad adeguare la modulistica edilizia unificata,

definita con il citato atto di coordinamento tecnico regionale, alle modifiche normative sopravvenute di cui al Decreto-Legge 12 settembre 2014, n. 133 (convertito con modificazioni dalla L. 11 novembre 2014, n. 164), nonché a correggere imprecisioni ed errori materiali e a renderne agevole l’utilizzo informatico;

- che dopo detto aggiornamento della modulistica regionale il gruppo di lavoro presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha completato i lavori per la predisposizione dei moduli unificati relativi alla CIL, semplice e asseverata;

- che i rappresentanti della nostra Regione hanno partecipato attivamente alla definizione dei contenuti di tale modulistica, mettendo a disposizione le elaborazioni che avevano già portato all’adeguamento della modulistica regionale con la citata determina n. 16913 del 17 novembre

- che in data 18 dicembre 2014 è stato stipulato un ulteriore accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali, concernente l’adozione dei suddetti moduli unificati e standardizzati per la presentazione della comunicazione di inizio dei lavori (CIL) e della comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA);

- che anche tale secondo accordo prevede l’obbligo per le Regioni di recepire la modulistica statale adeguandola alle specifiche normative regionali, entro 60 giorni dalla stipula dell’accordo, fatto salvo il caso in cui le stesse siano già dotate di una modulistica aggiornata (“ove non abbiano già provveduto”);

Verificato che la modulistica regionale, ed in particolare i moduli n. 7, 8, 9 e 10 sono già conformi alla modulistica statale e alla vigente normativa regionale, e che pertanto la nostra Regione ha giàprovveduto al recepimento della modulistica uniforme, come previsto dal citato accordo;

 

Ritenuto opportuno chiarire, con il presente atto, che la Regione Emilia-Romagna ha già provveduto a dare attuazione all’accordo del 18 dicembre 2014 e che la modulistica regionale attinente alla comunicazione di inizio attività - già obbligatoria dal 5 gennaio scorso - debba continuare ad essere utilizzata su tutto il territorio regionale;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

Delibera

1. di dare atto che la modulistica regionale, approvata con deliberazione della Giunta regionale 7 luglio 2014, n. 993 ed aggiornata con determina n. 16913 del 17 novembre 2014, è rispondente alla modulistica statale, di cui agli accordi del 12 giugno 2014 e del 18

dicembre 2014, e conforme alla vigente normativa regionale;

2. di dare atto, in particolare, che la Regione Emilia-Romagna ha già provveduto a dare attuazione all’accordo del 18 dicembre 2014 e che la modulistica regionale attinente alla comunicazione di inizio attività - già obbligatoria dal 5 gennaio scorso - debba continuare ad essere utilizzata su tutto il territorio regionale.

 

Data creazione pagina: 18 Febbraio 2015
Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2015