Approvato il progetto esecutivo del sottopassaggio di viale Ceccarini

 
Sottopasso Ceccarini

E’ stato approvato nella seduta di giunta di questa mattina il progetto esecutivo del sottopassaggio di viale Ceccarini.

“Non si tratta meramente di un sottopassaggio – spiega l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti – ma di un ridisegno complessivo ed armonico dell’intera area che diventrà così una porta di ingresso pregiata e di qualità architettonica che unisce due zone centrali della città eliminando barriere non solo architettoniche ma anche metaforiche, dando vita ad una piazza e dunque non esclusivamente ad un luogo di passaggio ma anche di incontro e così ad un nuovo spazio pubblico”.

Il progetto riguarda sia i sottoservizi che gli aspetti architettonici dell’area interessata ed è perciò diviso in due stralci. Il primo relativo quindi allo spostamento delle reti presenti tra viale Dei Mille e viale Ceccarini interferenti con i manufatti e il secondo alla realizzazione delle opere strutturali vere e proprie.

 

Il nuovo disegno dell’area prevede il prolungamento dell’attuale sottopasso ciclopedonale che collega i due tratti di viale Ceccarini, alta e lato mare, un prolungamento esteso sotto la sede stradale dei viali Dei Mille e Delle Magnolie, con due ingressi/uscite, una lato Rimini e una lato Cattolica.

La prima è costituita da una rampa a scale mentre la seconda è una rampa ciclopedonale utilizzabile sia da chi si sposta in bicicletta che dalle persone a limitata funzione motoria, con eliminazione dunque di ogni barriera architettonica.

Quest’ultima coinvolgerà anche parte del parco Papa Giovanni Paolo II così da valorizzare l’area verde ed integrarla al nuovo disegno urbano.

Per quanto riguarda il lato mare di viale Ceccarini i due accessi convergeranno in una piazza dalla forma ellittica, che diverrà il centro dei percorsi dei cittadini e dei turisti che si spostano dal centro storico al mare e viceversa.

I lavori dell’intera opera ammontano a 1.385,000 euro, di cui 387.342 da fondi della Regione Emilia-Romagna stanziati per la mitigazione ambientale relativa al TRC.

 

Il primo stralcio delle opere, quelle riguardanti i sottoservizi, partirà a fine gennaio e avrà una durata di tre mesi. Per quanto riguarda il resto dei lavori, quelli strutturali ed architettonici, l’amministrazione comunale incontrerà a breve i residenti per valutare insieme a loro se proseguire senza interruzione o sospendere riprendendo dopo la stagione estiva.

 
 
 
 
 

Area tematica:


Data creazione pagina:
Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2018